Oggi è dom giu 16, 2019 3:36 am

Vita da chitarristi Volume II

inserisci qui le tue domande su incertezze e curiosità didattiche

Moderatori: Gabriele_Gab, Moderatori

 
Messaggi: 1
Iscritto il: ven dic 13, 2013 9:04 am

Vita da chitarristi Volume II

Messaggio da laneystaley » ven dic 13, 2013 9:08 am

Caro Maestro Colombo,
mi permetto di chiamarti così perché virtualmente tuo allievo, avendo acquistato da poco il volume II del tuo metodo. Quel che stò facendo da 7 mesi a questa parte è studiare sul manuale di “armonia pratica” di Massimo Varini poiché come ti scrissi tempo fa ero (e sono) a corto di teoria. Suddetto manuale (armonia pratica) mi ha aiutato moltissimo con il rigo musicale, armature di chiave, etc (provengo da un rigo musicale di stampo scuola media con flauto, ho 40 anni di età…) e devo dire che mi sono trovato molto bene, fermandomi un attimo prima di iniziare il mondo dei modi minori (quindi avendo affrontato le basi relative all’armonizzazione della scala maggiore a 3 e 4 voci ed i modi maggiori). Proprio su quest’ultimo argomento ho “agganciato” il metodo “vita da chitarristi I” e tutt’ora stò sviscerando tutte le tonalità maggiori che posso, cercando di concentrarmi anche su piccole improvvisazioni modali create da me su basi di 2 accordi non facenti parte di alcuna tonalità ricorrente all’armonizzazione delle quadriadi che vengono a generarsi sui gradi della scala maggiore). Avendo intenzione di dedicare molta attenzione a “vita da chitarristi I” ora come ora (e tenendo in bypass l’avanzare di armonia pratica, dove alcuni concetti sono spiegati molto bene) stò dando uno sguardo anche a “vita da chitarristi II”, soprattutto per i sopracitati modi della scala maggiore, ma ho alcune domande, se posso permettermi e chiedo perdono se farò domande banali;
1) Come mai nei due metodi non affronti il tema scala minore naturale? Forse perché stò erroneamente dando per ovvio che al sesto grado (1t e mezzo “dietro”) della maggiore (modo eolio) ci sia la relativa minore? E perché non trovo l’armonizzazione della scala minore naturale a 4 voci?
2) Nel volume II vedo che inserisci 7 diteggiature estese della scala maggiore e altro non mi viene in mente che siano in successione i box 3 note per corda dei modi maggiori, o meglio le diteggiature relative ai 7 modi con nota di partenza sulla 6° corda. In questo modo stò studiando e tirando giu a colpi di metronomo e per tutto il manico ogni scala maggiore non facendo altro che seguire l’ordine delle diteggiature dei modi maggiori (il do mi parte lidio, poi mixol, poi frigio, etc) facendo solamente attenzione alla nota di partenza in quanto come ho accenntato prima se la nota di partenza è sulla quinta corda le diteggiature OVVIAMENTE cambiano leggermente (ma sono comunque anche quelle diteggiature relative ai modi maggiori). Non ho mai studiato a fondo il sistema caged ma trovo che questo ultimo sistema esteso e inserito “fra le righe” nel tuo metodo, sia di gran lunga migliore per memorizzare piu velocemente le varie posizioni relative ai box major su tutto il manico (tu fai riferimento a posizioni di smanicamento e non, in cui una è piu adatta per la lettura e l’altra per parti veloci) ma la mia domanda è; è davvero necessario che io “torni” sul principio piu elementare del caged e mi “ravveda”, studiando anche quello?
Ps. Tempo fa ho chiesto a te via mail se riprendevi le lezioni skype e l’ho chiesto anche alla gentilissima Sig.ra Cazzulani ma forse per via dei troppi impegni non ho ricevuto mai una risposta a questa mia domanda. Io volevo solamente sapere un minimo i costi, di tempo ne ho per programmare una cosa del genere e non sarebbe nell’immediatissimo. Chiedo inoltre, se non è troppo, se sono previsti moduli di corsi o clinic qui a Roma, per il prossimo anno.
Ringrazio veramente moltissimo per tutto l’amore che metti dentro queste cose, è realmente qualcosa di tangibile ed emotivamente carico di ispirazione per una persona che vuole imparare sempre di piu.
con stima,
Gianluca

Avatar utente
 
Messaggi: 1605
Iscritto il: lun giu 13, 2005 9:42 pm
Località: Parma

Re: Vita da chitarristi Volume II

Messaggio da Luca Colombo » dom dic 15, 2013 11:14 am

1. la minore naturale sta sul 6° grado della tonalità maggiore, è superfluo vedere le stesse cose da un altro punto di vista.
2. E' importante fare differenza tra le diteggiature ed i modi, nel mio libro è spiegato dettagliatamente, ogni diteggiatura è valida per ogni modo, dipende dal punto di riferimento.

Il sistema caged è una convenzione, una delle tante.
Studia almeno 6 diteggiature per ogni scala maggiore, minore armonica e minore melodica e avrai il mondo sotto le tue dita.

 
Messaggi: 3
Iscritto il: lun gen 21, 2013 11:20 am
Località: Sarzana

Re: Vita da chitarristi Volume II

Messaggio da FabioAnicas » mer dic 18, 2013 11:41 am

Sono sempre molto contento di leggere in giro nei vari forum di musicisti che si sono trovati bene con il manuale Armonia e Teoria... pratica!


Torna a Didattica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite